Certificazione di sostenibilità ambientale degli edifici

  • email
  • facebook
  • twitter
  • share this
  • Stampa
  • Pagina precedente

La Certificazione di Sostenibilità Ambientale è uno strumento di valutazione della sostenibilità ambientale degli edifici. (L.R. 17/08); è volontaria per gli edifici privati ma obbligatoria per gli interventi pubblici.
La valutazione dell'edificio avviene tramite la compilazione di 22 schede tecniche ispirate al Protocollo Itaca e calibrate sulla realtà umbra e sulla normativa regionale e nazionale. Le schede riguardano i diversi aspetti ambientali ed energetici dell'edificio da classificare e sono distinte nelle seguenti 5 macro-aree:

  • qualità del sito
  • consumo di risorse
  • carichi ambientali
  • qualità ambientale indoor
  • qualità del servizio

Ad ogni scheda è associato un punteggio. La somma dei punteggi ottenuti nelle singole schede, ricalibrati secondo la pesatura attribuita ad ognuna di esse, determina il punteggio associato a ciascuna macro-area. La somma dei punteggi ottenuti nelle 5 macro-aree determina il punteggio finale dell'edificio. Sono previste 5 classi di certificazione di sostenibilità ambientale: A+, A, B, C, D. Il punteggio conseguito dall'edificio ne determina univocamente l'appartenenza ad una delle suddette classi. Un edificio in classe D non ottiene il Certificato di Sostenibilità Ambientale.

La macro-area Consumo di risorse, in particolare, prevede una valutazione degli aspetti strettamente energetici del sistema edificio-impianti, che si effettua solo tramite la certificazione energetica dell'edificio stesso e la produzione del relativo ACE. Pertanto la certificazione energetica è un requisito necessario per il conseguimento della certificazione di sostenibilità ambientale.

La Certificazione di Sostenibilità Ambientale è rilasciata da ARPA Umbria. Per ulteriori informazioni visitare il sito www.arpa.umbria.it.



Ultimo aggiornamento:  13/10/2011 ore 13.24